Lo stalking via email non è reato, o meglio non commette reato chi molesta la propria ex via email, questo il sunto della sentenza di  Cassazione 44855/2012.

Secondo i giudici, infatti, va escluso che il reato di molestie «possa essere configurato - a differenza di quanto si verifica nel caso dei c.d. s.m.s. inviati su utenze telefoniche mobili -, qualora si tratti di messaggi di posta elettronica, privi, in quanto tali, del carattere di invasività». Per la Suprema corte «il fatto non è previsto dalla legge come reato».